• Oltre il Viaggio

L’OASI DI SANT’ALESSIO E LA CERTOSA DI PAVIA

L’oasi di Sant’Alessio si trova nella frazione di Sant’Alessio con Vialone in provincia di Pavia, è un parco zoologico costruito nel 1973 per il volere di Harry ed Antonia Salamon. L’oasi ospita una grande varietà di flora e fauna con lo scopo di accogliere, accudire e reintrodurre in natura la maggior parte degli animali presenti nel giardino, anche quelli che sono a rischio d’estinzione. Il parco è situato all’interno delle mura del castello di Sant’Alessio, ristrutturato nello stesso periodo del completamento dell’oasi; esso è il punto nevralgico del parco zoologico. L’oasi è abitata da animali che possono muoversi liberamente all’interno del parco oppure trovarsi in gabbie e le prime specie ad essere state accudite sono: il falco pellegrino, la cicogna bianca e il cavaliere d’Italia (uccello acquatico).

Ingresso al castello e all’oasi di Sant’Alessio Castello di Sant’Alessio


Nell’oasi sono presenti tre percorsi differenti:

1) PERCORSO EUROPEO – dedicato ai luoghi umidi dell’Europa meridionale come stagni, canneti e boschi. Esso permette di camminare all’interno di un piccolo boschetto in cui si trovano anche numerose voliere. Durante il percorso i visitatori possono ammirare la cicogna bianca, diversi esemplari di uccelli e di pesci;

Cicogna Bianca Fenicotteri nel percorso europeo


2) PERCORSO FARFALLE E COLIBRÍ – La voliera dell’Oasi è il solo luogo in cui, in clima tropicale, si può assistere all’intero ciclo riproduttivo di tutte le specie di farfalle ospitate che arrivano dal Sudamerica, Costa Rica ed Australia. Nello stesso ambiente i colibrì volano liberamente di fiore in fiore. I turisti hanno la possibilità di entrare direttamente nella voliera ed essere circondati entrambi gli animali;

Percorso farfalle e colibrì


3) PERCORSO TROPICALE – zona dedicata agli acquari, ai terrari dei rettili e agli insetti. Si passa poi tra i formichieri del Sud-Africa fino ad arrivare alla serra dei bradipi.

Il Mamba verde Il Bradipo


Il parco zoologico si occupa anche di due progetti molto importanti:

· PROGETTO PARCO VISCONTEO – possibilità di assistere, in alcune stagioni e giorni dell’anno, all’arte della falconeria. La moderna arte della falconeria consente di controllare lo stato fisico dei falchi che hanno vissuto un periodo di degenza e di metterli in natura;

· PROGETTO DI CONSERVAZIONE – allevamento e reintroduzione delle specie a rischio per la ricostruzione ambientale.


Purtroppo il giardino zoologico, in questo momento difficile, è temporaneamente chiuso ma si spera possa aprire al più presto; esso consente agli amanti della natura di entrare in contatto con animali selvatici, rari e provenienti da luoghi lontani.


A meno di 20 km dall’oasi è possibile raggiungere un sito d’interesse: la Certosa di Pavia, un complesso storico che comprende un monastero e un santuario. Essa si trova nel comune di Certosa ed è stata costruita nel 1396 per volere dei Visconti. La facciata è ricca di profili di angeli e monarchi, di santi e profeti. L’interno è abbellito da affreschi, statue e dipinti che lasceranno i visitatori a bocca aperta. Dietro al monastero è possibile vedere e visitare il piccolo e il grande chiostro. Per apprezzare veramente la bellezza di questo complesso monumentale è necessario vederlo da vicino e scorgere ogni dettaglio della facciata e degli affreschi della Certosa.

Facciata della Certosa di Pavia Interno della Certosa


Complesso monumentale della Certosa di Pavia


di Martina Fumagalli


#agenziadiviaggi #oltrelimmaginazione #articolo #blog #certosadipavia #oasidisantalessio #pavia #inviaggio #instatravel #visititalia #visitlombardia #viaggio #travel #turismo #viaggiare #giteinlombardia #lombardiainpillole


32 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
  • Facebook Social Icon
  • Instagram